Si, grazie? – 143×90 cm – olio, acrilico e carboncino su tela – 2021

Un progetto artistico che si sviluppa attraverso la performance e l’installazione (scultorea e pittorica) per arrivare ad una narrazione scritta ed interpretata. La carriola trasporta il quadro, lo scarica e rimane vuota e immagina (attraverso un altro quadro che la rappresenta) nuovi carichi da trasportare. Una metafora sul lavoro per raccontare pensieri intimi e generazionali sul tema lavoro.

“Se fossi carriola vorrei esser sempre piena. Magari non troppo, per non affaticare chi mi spinge, ma sicuramente abbastanza da essere utile. A volte sono vuota, spero di non rimanerlo mai troppo a lungo. Quando sono vuota mi sento inutile. Penso spesso a cosa potrei portare. L’ultima volta mi è capitato un quadro. Mi piacerebbe riportarlo, era leggero. Chissà quando mi sentirò piena di nuovo.”